Quelli del SeD

Forum

Vai alla versione mobile del sito!

Visualizza...

Parrocchia

Visualizza la pagina dedicata alla nostra parrocchia

Visualizza...

Gallery

Ut sagittis ultrices urna eget erat non purus

Visualizza l'intera galleria di immagini del SeD

Visualizza...

Videogallery

Visualizza tutti i video dei ragazzi del SeD

Visualizza...

QuellidelSeD

Primo giorno 13

 

PRIMO GIORNO

Ogni anno l'attesa prima del campo è percettibilmente forte, soprattutto i gli ultimi giorni prima di quest'ultimo appunto.
Tre (anzi quattro) sono le motivazioni principali:
La prima è quella di passare 5 giorni insieme agli amici lontano da tutto;
La seconda è quella della speranza del divertimento;
La terza è quella di stare lontani dai genitori per questo lasso di tempo;
La quarta è la voglia di conoscere e di esplorare la struttura.
Quest'anno l'attesa è stata comunque forte (parlo a nome mio), ma forse mi è manca una motivazione, cioè l'ultima.
L'ultima volta che Casa Hosanna ci ha ospitati ha piovuto per tutti e 5 i giorni del campo, e questa esperienza (cioèp quella di stare tutto il tempo in struttura) mi ha lasciato una brutta impressione di questa struttura, pessima. Però almeno questa settimana siamo sicuri che non pioverà.

INCONTRO IN CHIESA
Ci incontriamo, ovviamenti, tutit in chiesa, l'appuntamento è alle 07:00, ma, oviamente, alle 7 in punto siamo ancora in pochi. Piano piano cominciano a venire tutti: c'è chi si porta piccole valigie o chi si porta dietro enormi valigie, chi è ancora addormentato (Lorenzo docet) e chi invece è in piedi da molto tempo e voleva venire pure mezz'ora prima (Sara?). Fatto sta che verso le 07:30 siamo tutti (o quasi).
Per ammazzare il tempo ci mettiamo in cerchio: per prima cosa facciamo un riepilogo veloce dei nomi, poi scopriamo la persona "esterna" che ci accompagnerà in questi 5 giorni. Negli ultimi anni si sono succeduti i vari Christian, Desy, Donato ecc.. tutti rigorosamente Scout, e quest'anno poteva essere diversamente? No. Infatti quest'anno ad accompagnarci sarà Simona.
Dopo le varie presentazioni, arriva il momento tanto temuto da alcuni ragazzi, fare un bans davanti ai genitori. Temuto perché? Semplicemente perché noi facciamo solo i Bans demenziali (tranne piccole eccezioni che al momento non vengono in mente a nessuno). Smarrimento totale, il compito è affidato a Simona, che (inteligentemente) si svincola da questo arduo compito con la scusa che non conosce la maggiorparte dei ragazzi quindi non sa i "loro gusti" (alcuni non sapevano nemmeno cosa fosse un Bans, ma vabbeh, è normale), nel mentre arriva Federica che fa il suo ingresso in modo comico: valigia portata a fatica e la sbarra di ferro in mano: durante il tragitto le si era rotta la valigia!(quella che serve per trascinare la valigia) Di tempo intanto ne è trascorso e per fortuna (si fa per dire) è arrivato il momento di caricare l'attrezzatura e le valigie sul furgone.

PARTENZA
Passa un po di tempo e finiamo di caricare il furgone, intanto arrivano i ritardatari (un'ora e passa di ritardo).
Ci disponiamo di nuovo in cerchio e Teresa ci "divide" per il trasporto, infatti mentre l'anno scorso andammo a Campomarino con il pullman, quest'anno si ritorna al metodo tradizionale: con le macchine di alcuni genitori.
Il viaggio è lungo (all'incirca un'ora) e questo è il momento migliore per parlare e per conoscere i nuovi arrivati.

ARRIVO
Arriviamo, ad accoglierci c'è un ragazzo che abita nella fattoria accanto alla struttura (che abbiamo avuto modo di conoscere due anni fa) e soprattutto ci accoglie un tanfo di sterco di mucca (di cui mi ero piacevolmente dmenticato in questo lasso di tempo).
Ci mettiamo in cerchio per le prime regole (le solite regole) e per i primi chiarimenti; subito dopo mentre un gruppo va a fare dei ban, un altro gruppo pensa a scaricare le valige.
Fatto ciò, ci riuniamo nel primo campetto e a turno (prima le ragazze poi noi) andiamo nelle stanze per fare i letti.

LA STRUTTURA
Alcuni di noi, come già detto più volte, conoscono già la struttura: l'interno non è eccezionale, le stanze sono si accoglienti, ma piccole, e quest'anno ce ne siamo accorti: purtroppo essendo quest'anno in molti, abbiamo bisogno di più letti, e più letti significa meno spazio, infatti non è possibile muoversi e cambiarsi e fare i letti è davvero proibitivo.
Il refettorio è rimasto invariato, sempre i tavoli messi ad U e sempre molto accogliente. 
La cucina non è grandissima (anche se c'è più spazio confronto a Stella Maris) mentre gli spazi esterni sono enormi: si passa da un campo da calcio 11 vs 11 ad altri due spazio gioco per attività varie, la quercia (cioè il luogo di ritrovo per la preghiera) e poi lo spazio all'esterno del refettorio.

LA PRIMA RAPPRESENTAZIONE
Come ogni anno, l'inizio del campo è accompagnato da una rappresentazione ad opera degli educatori che svelano il tema del campo: l'ultima volta qui a Casa Hosanna iòl tema fu "Il giro dle mondo in 5 giorni", quest'anno invece il tema è un po complicato visto che parliamo di Francesco di Assisi.





Cronostoria1^2^ 3^ 4^5^6^ 7^ 8^

"Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando ad utilizzare il sito, cliccando sui contenuti o semplicemente scrollando, accetti l'utilizzo dei cookie.
I Cookie utilizzati sono i cosidetti "Cookie di terze parti", legati all'utilizzo ei bottoni social, ma NON utilizza in alcun modo cookie di profilazione.
Per maggiorni informazioni visita questa pagina e per visualizzare le nostre informative clicca qui" OK
     
"Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando ad utilizzare il sito, cliccando sui contenuti o semplicemente scrollando, accetti l'utilizzo dei cookie.
I Cookie utilizzati sono i cosidetti "Cookie di terze parti", legati all'utilizzo ei bottoni social, ma NON utilizza in alcun modo cookie di profilazione.
Per maggiorni informazioni visita questa pagina e per visualizzare le nostre informative clicca qui" OK
ACCETTO       NON ACCETTO
ACCETTO       NON ACCETTO

Lorem ipsum ...

* { margin: 0; padding: 0; } body { font-family: Verdana, sans-serif; font-size: 14px; } p { margin: 20px; } #footer_bar { width: 100%; /* posizionamento in fondo alla pagina */ position: fixed; bottom: 0; overflow: hidden; } #bar_container { background: #FAA53A; margin: 0 auto; width: 900px; height: 35px; overflow: hidden; } #bar_container ul { list-style: none; } #bar_container ul li { float: left; width: 150px; text-align: center; } #bar_container ul li a { color: white; display: block; font-weight: bold; padding: 10px 0; text-decoration: none; width: 150px; } #bar_container ul li a:hover { background-color: #F68529; } *

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione.

fai click qui per leggere l’informativa

e qui per l’informativa del gestore. Lascia questo sito se non sei d’accordo o clicca su OK, qui in basso a destra, per proseguire la navigazione

►OK◄

* => Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=